Gesualdo Bufalino poeta: “L’amaro miele”

 

di Gabriella  Venera Grasso

 

Gesualdo Bufalino può essere considerato a buon diritto un gigante della letteratura italiana del Novecento. La sua ricca prosa, intessuta di elementi colti, vibrante di lirismo e nello stesso tempo incisiva, è inconfondibile: ci ha introdotti all’interno di un sanatorio sperduto nella campagna siciliana, tra i deliri e le speranze dei malati terminali di tubercolosi, nel capolavoro Diceria dell’untore, così come negli anfratti di una Sicilia da scoprire con disincanto nuovo in La luce e il lutto, solo per citare due tra le sue opere più rappresentative.

Di Bufalino poeta si conosce meno-almeno questa è la mia percezione. Eppure anche la sua produzione poetica ha molto da offrire al lettore attento. Molti testi riprendono i temi che, parallelamente, l’autore affrontava nella narrativa; alcuni di essi, addirittura, erano stati concepiti come integrazione dei capitoli della Diceria, articolando un’alternanza prosa-poesia poi non realizzata.

Il corpo a corpo col dolore e l’imminenza della morte, il tormentato rapporto con Dio e con un Cristo sofferente ed offeso, il tentativo di lasciare un testamento spirituale mediante l’arte sono alcuni degli spunti che ritroviamo tanto in queste poesie quanto nel capolavoro narrativo. La tensione etica, l’aridità spirituale e la fame di risposte, il gorgo del dubbio sono gli stessi che vengono rivelati, nel romanzo, dalle indimenticabili, struggenti conversazioni tra il protagonista e Padre Vittorio, riflesso delle frequentazioni letterarie dell’autore (su questi temi Claudel, Pascal, ma soprattutto Bernanos e la poesia di David Maria Turoldo).

Costante è il rapporto intimo e dialettico con la propria terra, luogo di archetipiche contraddizioni che attraversano la Storia come un filo rosso e uniscono i paladini di ieri e i personaggi del presente, in  un “personalissimo teatrino di memorie” (N.Zago) in cui lo scrittore è il “vecchio puparo”, funambolo dell’affabulazione, tra nostalgia e cupo pessimismo.

La produzione poetica di Bufalino, partita da scelte ancora molto legate alla tradizione, come testimonia la raccolta I languori e le furie, caratterizzata dal lessico tardo ottocentesco e da forme metriche come il sonetto e le quartine di endecasillabi in rima, trova poi la sua espressione più matura e “novecentesca” nelle poesie della raccolta Amaro miele, nella quale lo spettro dei toni indubbiamente si arricchisce (dallo gnomico al cronachistico, al colloquiale della sezione Senilia) e le forme si fanno più libere. L’opera, edita da Einaudi nel 1982, viene oggi riproposta in un’edizione arricchita da nuovi testi (come già era avvenuto nel 1996) e da alcuni dipinti di Alessandro Finocchiaro, nell’ambito delle iniziative per il centenario dalla nascita dell’autore, promosse dalla Fondazione Bufalino nel giugno di quest’anno.

Da Amaro miele proponiamo alcune poesie. A Maria Allo, autrice di testi poetici (“ Al dio dei ritorni”, “La terra che rimane”, “Solchi”) e di numerosi studi di letteratura, abbiamo poi posto alcune domande su Gesualdo Bufalino poeta.

 

Alcune poesie

 

Altri versi scritti sul muro

Dunque è vero, Signore, somigliarti

nel nome, nella sorte, nella morte;

avere entro le palme due coltelli,

il costato corrotto;

pendere così freddi, così nudi,

con le vergogne battute dal vento.

Dolce Signore, perché ci abbandoni?

a noi anche Tu devi una donna

che ci schiodi e ci lavi,

un fantaccino cieco che ci vegli,

una resurrezione

 

 

Allegoria

Sulla usata scacchiera

enumeriamo i loschi personaggi,

gualdrappe a lutto, rocche senza tromba,

logori lindi scheletri di bosso,

unghia contr’unghia di sterile luce,

dove il sangue s’inerpica a squillare:

 

e tu, spettro monotono, mio re,

chiuso fra quattro lance

d’infallibili alfieri, vestito di rosso broccato,

mio scabro Cristo chiodato, mio re,

in un angolo, matto come me.

 

 

Suasoria

Le mie ragioni, amici:

la metrica e il dolore, l’ordine e la follia,

spazio e mura che invento tentoni,

gogne guardinghe del cuore…

 

Trovare un mattino la via,

la pietra dove si volta…

Una volta, una sola volta,

in un pugno di sillabe nude

donarvi una leggenda che fu mia!

 

Ma non altro che polvere scavo;

o qualche gonfia maschera d’atride

che la luce deprava:

un volto putrefatto e fuggitivo.

 

O mentitemi, ditemi ch’è vivo.

 

 

Risarcimento

La vita non sempre fa male,

può stracciarti le vele, rubarti il timone,

ammazzarti i compagni a uno a uno,

giocare ai quattro venti con la tua zattera,

salarti, seccarti il cuore

come la magra galletta che ti rimane,

per regalarti nell’ora

dell’ultimo naufragio

sulle tue vergogne di vecchio

i grandi occhi, il radioso

innamorato stupore

di Nausicaa.

 

Tre domande a Maria Allo

 

D:-All’uomo che ha sperimentato un’emergenza globale e invasiva come quella che stiamo vivendo in questo difficile 2020, cosa trasmette l’esperienza e la sensibilità di Gesualdo Bufalino?

R:-Bufalino rappresenta un intellettuale atipico perché difficilmente inseribile in un movimento letterario ben definito, proiettato nella dimensione sospesa della realtà simbolica, ove il reale è assieme fisico e metafisico, ove il simbolo non è mai rarefatto né ermetico, ma nasce sempre da un’esperienza di vita vissuta. E’ noto che l’esperienza drammatica della degenza in un sanatorio nell’estate del ’46 del giovane reduce malato di tbc e la prossimità della morte, ha segnato tutta la sua produzione, caratterizzata da un prolungato esercizio di scrittura poetica (“Con un sonetto, a undici anni… Lo conservo, ho conservato qualunque inezia, della mia vita… Poi, fino a vent’ anni, scrissi poesie a centinaia: a rileggerle parrebbero di cinquant’anni prima. ma nessuno in quegli anni mi parlò di Ungaretti, di Montale…”).” Amaro miele”, infatti, è frutto di una «lunga attesa e persuasione di morte all’ombra grave della guerra», ma anche della presenza della Sicilia, la terra che porta con sé una valenza morale e può gettare luce sul senso delle cose al di là della dimensione privata. («Come ci brucia in quest’ora le labbra/ l’amaro miele della giovinezza»). Come Dante, egli infatti mira a trasformare la propria esperienza individuale in un modello di carattere universale, rivolto a tutti gli uomini. Questo il messaggio dei principi umanistici della bellezza, dell’arte, della cultura, a quelli più universali del bene, della solidarietà, della speranza nel futuro. Il buio si addensa senza più domande ma il vento negli occhi ostinato brilla, direbbe oggi Bufalino.

 

D:-Quale linea di continuità si può riscontrare tra i temi della grande narrativa di Bufalino e quelli della sua poesia?

 

R:-Accanto alla formazione classicistica, Bufalino sentì l’esigenza di aprirsi al contemporaneo dove c’è spazio per riferimenti autobiografici (la tubercolosi contratta in guerra) e lo sfondo sempre della Sicilia, in cui il binomio di “stigma-stemma” (la malattia assume qui un carattere positivo, da stigma in stemma che in fondo vogliono dire la stessa cosa, e cioè “segno” ma nel primo caso, il segno è una piaga, mentre nel secondo è un’insegna di nobiltà, come sostiene Romano Luperini). Stigma-stemma in Bufalino è fonte di dissidio feroce per la necessità di stare da un lato nel suo paese e dall’altro il suo non bisogno di uscirne. “…ogni siciliano è, di fatti, una irripetibile ambiguità psicologica e morale. Così come l’isola tutta è una mischia di lutto e di luce. Dove è più nero il lutto, ivi è più flagrante la luce, e fa sembrare incredibile, inaccettabile la morte…”. Bufalino dunque, sul tema dominante, a partire dal titolo di Amaro miele che richiama il tentativo di cogliere tracce di bellezza nella negatività del presente, va intessendo motivi ricorrenti: il tema della memoria, il desiderio di Dio, l’inesorabilità verso il nulla, il dissidio morte-vita. Il titolo stesso Amaro miele è un ossimoro, cioè una figura fondata sull’opposizione: le gioie del vivere e il dolore umano come l’azione impietosa del tempo, presenti anche in Diceria dell’untore, Argo il cieco e in altri luoghi dell’opera bufaliniana.

 

D:-Quali sono gli elementi di lirismo che molti critici hanno individuato nella prosa di Bufalino?

R:-La prosa di Bufalino, estremamente ricercata e raffinata, manieristica e metaforica, molto lontana dalla sensibilità del tempo, scaturisce da termini preziosi per timbro, tono, musicalità in cui si può cogliere la presenza di una patina arcaicizzante.  Il labor limae attuato potenzia il linguaggio figurato di matrice simbolista, leitmotiv della scrittura bufaliniana e trova conferma nei suoi aforismi della raccolta Il Malpensante: “Rileggere ciò che è scritto cinquanta volte ogni giorno, non fosse che per cambiarvi una parola, come si cambia un fiore in un vaso”. L’ autore stesso ha dichiarato che il motivo delle sue scelte stilistiche, (” il registro alto, l’oltranza dei colori, lo scialo degli aggettivi”) e di tutti i moduli espressivi adottati, ha il compito di nutrire fiducia nelle capacità conoscitive e interpretative dell’intelletto umano, l’unico spiraglio per un mondo migliore e al senso ultimo a cui rimandano tutte le opere: la continuità della vita, l’inevitabilità della morte.

La vita non sempre fa male, /può stracciarti le vele, rubarti il timone, /ammazzarti i compagni a uno a uno, /…per regalarti nell’ora dell’ultimo naufragio/sulle tue vergogne di vecchio/i grandi occhi, il radioso/ innamorato stupore/ di Nausicaa. 

In Diceria dell’untore, Cap. 3, pag.18 il brano offre un chiaro esempio della raffinatissima prosa di Bufalino, intessuta di termini preziosi e letterari e di metafore intensamente liriche, che per esempio trasfigurano l’alba “nell’indorarsi fulmineo del mondo”, la Terra in “una stella infedele” e il sanatorio in “un’arce lambita appena dai frangenti dell’esistere”. Particolarmente frequente è, in particolare, in un tessuto sintattico complesso ed elaborato, la presenza di ossimori (per es. “Si tornava dall’immobile viaggio più lieti, più tristi”), che rimandano tutti alla contrapposizione fondamentale tra vita e morte con il sapiente intarsio, ora occulto, ora esplicito di riferimenti classici e letterari che aumentano il livello poetico ed estetico dell’intera produzione poetica e narrativa di Bufalino.

Per ulteriori approfondimenti: https://poetarumsilva.com/2019/09/16/maria-allo-memoria-e-identita-nella-sicilia-di-gesualdo-bufalino/

 

 

265 comments

  1. fituran says:

    Get deep Underwater Littoral Ocean Permits
    The US Administration is considering new legislation which will, in part, have direct consequences for inter…

    Get deep Underwater Littoral Ocean Permits
    The US Administration is considering new legislation which will, in part, have direct consequences for inter…

    Get deep Underwater Littoral Ocean Permits
    The US Administration is considering new legislation which will, in part, have direct consequences for inter…

    It’s https://facethai.net/upload/files/2022/05/eZUxzjD8P9yfMxzZTsMH_19_39d36bee3df02fde916d2e65ba28248a_file.pdf 05e1106874 fituran

  2. breemyl says:

    The majority of the functions of the powerful WinCvs package can also be realized with Antivirus, SendEmail, Echo, Path, Rename and Copy. It can be installed with only a few commands from a shell, while, when necessary, it can be reached via the program icon on your desktop.

    Java Runtime Environment (JRE/JVM) – with the Java programming language the Sun Microsystems opens up several alternatives and extensions and gives some alternatives, where a https://www.kshfmeeting.org/bbs/link.html?code=notice&number=3&url=https://doodbidiber.weebly.com

    6add127376 breemyl

  3. wankae says:

    Overall, the application is fully-featured and has lots of customization possibilities, offering the user an easy to use tool to create DVD movies.
    The final software provides very good results also for the user, let alone the great overall processing speed.

    In the last ten years the quality of cameras and digital imaging have improved dramatically. In fact, they are now better than those of the best professional cameras of yore. But video cameras are following a similar path. And so there are http://clients1.google.kz/url?q=https://kenkmeseagfia.weebly.com

    6add127376 wankae

  4. halbra says:

    The application is easy to use, GUI equipped and can be managed anywhere.
    Clock Tracking is a professional and reliable application designed to enable you to manage timesheets for your employees.
    You can use this application to easily register daily, weekly or monthly absences. Avoiding any inaccuracy and human error, it will be a reliable solution that helps you manage employees or groups of employees.
    Typical characteristics:
    – Appearance on Win XP Professional: Engraving Professional, Dialog Box https://funcketpterscom.weebly.com

    6add127376 halbra

  5. efrajann says:

    If you’re interested to know more about the features in this download and you don’t want to wait you can get a quick overview of them on the download page.

    Requirements
    My little zip unpacker is available as a shareware version and you need to register to obtain a serial key or activation code. Please note there are no trials available.

    The shareware version of my little zip unpacker is restricted to 32-bit platforms (Windows http://www.rostovaddress.ru/to.php?url=https://lastiotaka.weebly.com

    6add127376 efrajann

  6. reqcli says:

    MIDI out, whatever you need MIDI out, and no missing it
    Those who follow the analog route will know that every synth has different types of outputs. A good synth isn’t properly called “a synth” until it offers as many outputs as a guitar pedal. And given the price of SynthMaster One and its relatively small size, it’s almost a given that it has a synth-in-a-box option. The PS Audio (SP http://images.google.co.jp/url?q=https://neydwidchuzzbet.weebly.com

    6add127376 reqcli

  7. queyill says:

    Not only is this service powerful, it is also easy to access. It is available free of charge and there is no setup required. Save it to your computer and run the program whenever the need to know the latest meteorological data arises. An Internet connection is required for operation.

    Service Request

    Name

    Mail

    Phone

    Message

    Please enter the text displayed below:

    Please enter the text displayed below:Please enter the text displayed below:

    Water https://youcricketer.com/redirection.php?type=news&url=https://wrapdiaterre.weebly.com

    6add127376 queyill

  8. olonnenn says:

    Every change of the configuration or of the modifier key during a session is recorded. Note that a modifier key of a modifier key is always evaluated if it has been modified. This means that a modifier key can be evaluated for more than one content, modified either partially or completely, until you change it again. https://micphiterfau.weebly.com

    6add127376 olonnenn

  9. yvanwesl says:

    Testing:
    Testing and results
    The app was tested to solve the problem of getting the PC to connect to the Internet when changing the MAC address, both on Windows 7 and XP machines. The test comprised a wired network connection and a wireless one. The latter included a router as well as the access point (model AC1750, Dual-Band Wi-Fi and Ethernet). Wireless and wired response times were measured, as well as the time it takes for the new MAC address to go into http://redir.pricespider.com/redirect/?cid=5c23f050b8d878016c73d17c&url=https://feettorightin.weebly.com

    6add127376 yvanwesl

  10. ullith says:

    1. Uses Free Java jvm-8u121.exe to connect to Microsoft RDP v.3.0 (3.0) Protocol v.2.0 Java R/S Client with true transparency version 1.0 on Microsoft Windows Server, 32 bit system. 2. Advanced Windows features not supported by java r/s client or jvm. 3. Supports all the Windows terminal services have since version 3.0 including Terminal Services Gateway and Terminal Service (With Server), https://www.ixxin.cn/go.html?url=https://graphoxhaspe.weebly.com

    6add127376 ullith

  11. graydav says:

    Publisher: PC Informations GmbH
    Developer: PC Informations GmbH

    Thank you for rating this app!

    AppFree

    Free

    Free

    Should you rate this app? (You can always change your rating later)

    Yes

    No

    54.5%

    Version 3.0.13282

    AppID: com.view.system.info

    Screenshots

    Customer Reviews

    Simple but handy https://golaclisubs.weebly.com

    6add127376 graydav

  12. yulegila says:

    Considerations
    Ashampoo Audio Recorder Free Free is a one-month trial version.

    This is just the beginning! Sign up to Ashampoo’s free or paid membership to access all of Ashampoo Free programs. You will get unlimited use, updates, and support for all of them, at no additional costs.

    Follow Us

    Add review

    Your review

    Your name

    Your email

    Subject

    Enter your name and email to start https://clients1.google.ca/url?rct=j&sa=t&source=web&url=https://prefolbrinram.weebly.com

    6add127376 yulegila

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.